Vai direttamente al contenuto

SBS

Servitzios Bibliograficos Sardos

Servitzios Bibliograficos Sardos
     
  
Password ismentigada?
Abònadi como!

Cagliari amore e rabbia



Cagliari amore e rabbia - Rinaldo Botticini, Edizioni Sole (2011)

Autore/es Rinaldo Botticini
Illustradore/es Cosimo Canelles
Editore Edizioni Sole
Editzione Cagliari, 2011
Pàginas 128 (pintadu)
Collana Calliope
Genia Narrativa
Suportu Pabìru 
Prèsu € 15,00
Presentada Francesco Alziator
Limba de publicatzione Italianu

  Àteros piessignos

S'òpera

Con questi scritti di Rinaldo Botticini, il tradizionale punto di vista dal quale si è guardata Cagliari viene spostato decisamente, con amore e con rabbia, come direbbe l´autore.
La visione tradizionale era quella aulica, plutarchianamente storica e liricizzante; in quella del Botticini, Cagliari viene assunta in un discorso affatto differente che la rende partecipe di una diversa realtà. Una realtà senza indulgenze, senza pietà, non più aulica, ma sociale ed esistenziale che proprio per questa sua nuova angolazione entra in un discorso che non è più paesano o provinciale ma mondiale.
Botticini coglie la Cagliari diversa da quella ufficiale guardandola in quell´ottica di contrapposizione che Antonio Granisci riconobbe come tipica del mondo popolare.
Posizione politica, dunque - ma forse che la storia e la cultura non sono politica? - e come tale polemica. Un dato però s´impone nel discorso del Botticini: l´umanità e l´intensità del «suo» discorso che per la forza dell´argomentare e l´evidenza dell´incidere fanno di lui uno scrittore.
E questo tanto più appare nel suo discorrere in versi, in un verseggiare persuasivo più che emotivo, ritmico più che lirico, mantenuto in una costante sobrietà essenziale nella quale la parola più che diffondersi nell´incerto del sentimento tende a effondersi nella sotterranea e costante sofferenza di una ricerca umana.
(presentazione di Francesco Alziator)

 
Cumintzu de pàgina   Stampa Imprenta custa pàgina   Condividi Cundividi
Servitzios Bibliograficos Sardos
 
  S'òpera