Vai direttamente al contenuto

SBS

Servitzios Bibliograficos Sardos

Servitzios Bibliograficos Sardos
     
  
Password ismentigada?
Abònadi como!

La ribellione e la rivoluzione

Sardegna spagnola e piemontese
La ribellione e la rivoluzione - Pietro Maurandi, Cuec Editrice (2008)

Il libro ha come tesi fondamentale che i capi della ribellione che nel Seicento culminò nell´uccisione del marchese di Laconi e del viceré Camarassa, sono i predecessori di Angioy.

Autore/es Pietro Maurandi
Editore Cuec Editrice
Editzione Cagliari, Martzu 2008
Pàginas 104
Collana Prospettive, n° 46
Genia Sagìstica
Suportu Pabìru 
Prèsu € 9,00
Limba de publicatzione Italianu

  Àteros piessignos

S'òpera

Le vicende del Seicento in Sardegna, che culminarono nell´uccisione del marchese di Laconi e del viceré Camarassa, e quelle del Settecento, che videro la lotta di Giovanni Maria Angioy, presentano un impressionante parallelismo, una evidente somiglianza delle piattaforme politiche e dei comportamenti dei principali protagonisti. Perciò i capi della ribellione del Seicento sono i predecessori di Angioy. Questa la tesi fondamentale del libro, che confronta l´andamento delle due vicende e sostiene che le lotte della Sardegna spagnola non furono né corporative né provinciali, ma - come quelle della Sardegna piemontese e con le ovvie differenze di contesto - pienamente partecipi delle idee e dei movimenti che percorrevano l´Europa. Mentre la Sardegna piemontese è ampiamente studiata e nota, la Sardegna spagnola è avvolta in una nebbia fitta, in cui ogni tanto vengono illuminati aspetti particolari. Alla luce della rivalutazione delle vicende del Seicento, si impone una rivisitazione delle inquietudini e delle lotte della Sardegna spagnola, affinché anche per essa abbia termine il regno delle favole e incominci il regno della storia.

 
Cumintzu de pàgina   Stampa Imprenta custa pàgina   Condividi Cundividi
Servitzios Bibliograficos Sardos