Vai direttamente al contenuto

SBS

Servitzios Bibliograficos Sardos

Servitzios Bibliograficos Sardos
     
  
Password ismentigada?
Abònadi como!

La quattordicesima commensale



La quattordicesima commensale - Gianni Marilotti, Il Maestrale (2004)

La storia Franca Bellisai, giovane studentessa sarda emigrata a Torino negli anni Settanta, e in prima linea, dei Nuclei Comunisti Combattenti è anche la storia di una passione ideologica in continua ricerca di senso, di linguaggi.

Autore/es Gianni Marilotti
Editore Il Maestrale
Editzione Nuoro, Freàrgiu 2004
Pàginas 416
Collana Tascabili Narrativa
Genia Narrativa
Suportu Pabìru 
Prèsu € 12,00
Limba de publicatzione Italianu

  Àteros piessignos

S'òpera

Se è possibile un essere fuori più del tredicesimo commensale (il reietto), la ´quattordicesima commensale´ è il compendio vero di una vita ‘fuori´. La vita è quella di Franca Bellisai, figura di esclusioni e inappartenenze ma in costante ricerca di appartenenze e inclusioni: ideologiche e affettive. Dentro la lotta armata vorrebbe stare la giovane studentessa sarda emigrata a Torino negli anni Settanta, e in prima linea, come il compagno di vita Vittorio Rullo dei Nuclei Comunisti Combattenti. Dentro la riorganizzazione del movimento in cui crede vorrebbe stare la fuggiasca in Francia, dopo la palpitazione e le attese per due borsoni pesanti di contante, proibita eredità di Vittorio morto in uno scontro a fuoco con la polizia. Poi dentro il dramma e la desolazione dei campi profughi in Bosnia. E soprattutto, fiduciosa, dentro l´Isola ritrovata. E ripensata: perché l´altra parte del sentirsi ‘fuori´ è lo sguardo privilegiato, anche se vedere di più può voler dire soffrire di più. Romanzo di movimento La quattordicesima commensale è la storia di una passione ideologica in continua ricerca di senso, di linguaggi. Tra avanzamenti e ritorni si muove la doppia vita di Franca, nelle faglie di luce e ombra, clandestinità e ufficialità, bugia e verità

 
Cumintzu de pàgina   Stampa Imprenta custa pàgina   Condividi Cundividi
Servitzios Bibliograficos Sardos
 
  S'òpera