Vai direttamente al contenuto

SBS

Servizi Bibliografici Sardegna

Servizi Bibliografici Sardegna
     
  
Password dimenticata?
Abbonati ora!

Il tesoro del diavolo

Valientes de Cerdeña - Libro Primo
Il tesoro del diavolo - Carlo Bessolo, Condaghes (2019)

A seguito della riconquista di Tunisi da parte delle truppe ottomane nel 1574, la pressione turca nel Mar Mediterraneo aumentò ulteriormente, e il Regno di Sardegna divenne allora un avamposto contro l´espansione islamica, assumendo la dimensione simbolica di frontiera tra i paesi cristiani e quelli musulmani. Alla fine del Cinquecento le torri erette sul mare erano ben 82.

Nel Seicento la Sardegna era parte integrante dell´Impero spagnolo e ne seguiva in quel momento il declino. Sin dal secolo precedente, i reiterati conflitti con le altre potenze europee, a cui si aggiungevano le incursioni barbaresche, costrinsero la Sardegna a uno sforzo militare continuo.

Il romanzo è il primo di una trilogia di ambientazione storica intitolata "Valientes de Cerdeña".

Autore/i Carlo Bessolo
Editore Condaghes
Edizione Cagliari, Novembre 2019
Pagine 224
Collana Narrativa ´I Dolmen´
Genere Narrativa
Supporto Cartaceo 
Prezzo € 19,00
Lingua di pubblicazione Italiano

  Maggiori informazioni

L'opera

Regno di Sardegna, 1645. Il sergente Rodrigo Diaz,valoroso reduce dei cruenti campi di battaglia della Guerra dei Trent´anni, viene investito del titolo di alcaide della torre di Su Sdiroccu, sulla costa nord-orientale della Sardegna. Un incarico che si prospetta come la serena conclusione di una lunga carriera militare si rivelerà ben presto tutt´altro che tranquillo. Affiancato dall´abile Elias – un proprietario terriero del vicino villaggio deciso a vendicarsi di imperdonabili torti subiti nel passato – e da una compagnia di valientes, il sergente scatenerà una caccia senza quartiere a un misterioso personaggio pronto a tutto per difendere ambigui interessi che vanno oltre i confini dell´Isola. Tra incursioni barbaresche e scorribande di briganti, il travolgente gruppo di combattenti seguirà da un capo all´altro della Sardegna le tracce di un enigmatico tesoro, trasformandosi in una leggendaria banda di fratelli d´arme.

 

Note

La torre di Su Sdiroccu (in lingua sarda ´luogo impervio, scosceso´) e la sua prode guarnigione sono immaginari, ma incarnano fedelmente gli scenari e i caratteri dell´epoca in cui è ambientata la narrazione.

Inizio pagina   Stampa Stampa questa pagina   Condividi Condividi
Servizi Bibliografici Sardegna
 
  L'opera
  Note