Vai direttamente al contenuto

SBS

Servitzios Bibliograficos Sardos

Servitzios Bibliograficos Sardos
     
  
Password ismentigada?
Abònadi como!

Il notturno di Chopin



Il notturno di Chopin - Salvatore Brandanu, La Riflessione Davide Zedda Editore (2010)

Autore/es Salvatore Brandanu
Editore La Riflessione Davide Zedda Editore
Editzione Cagliari, Ghennàrgiu 2010
Pàginas 362
Genia Narrativa
Suportu Pabìru 
Prèsu € 20,00
Limba de publicatzione Italianu

  Àteros piessignos

S'òpera

Ultimi anni dell´Ottocento. Nello stazzo padronale di Mònti d´Altòra vivono i Demartis, agiati proprietari terrieri: Paolo, che divide le attività imprenditoriali con la professione di avvocato, la madre Francesca Giagoni, donna saggia e virtuosa, e Lucia, una parente allevata dai Demartis come una figlia. Francesca è molto affezionata alla nipote e quando si accorge che la ragazza è innamorata di Paolo la incoraggia e la protegge. Lucia si è fatta una donna fine e molto graziosa, e Paolo scopre di desiderarla. Ma poi succede qualcosa che lo allontana dalla ragazza: a Tempio incontra Anna Corsi, una signora di Siena, proprietaria delle terre di "Padula", e ne è affascinato. Anche la donna, che ha un doloroso passato, prova simpatia per il giovane ma gli chiede solo amicizia: è malata, e le resta poco da vivere. Nel salone della sua bella casa Anna ha un pianoforte. Una sera dice a Paolo: "Ti piace Chopin?" e suona il Notturno. "Quando non ci sarò più - gli dice - voglio che questo pianoforte lo tenga a casa tua". Anna, sempre più malata, lascia Padula, rientra a Siena e muore. Paolo cade nella depressione; ne uscirà grazie all´amore e all´affetto di Lucia. Uno spaccato di vita delle campagne della Gallura colto sullo sfondo tormentato della grande Storia nazionale.

 
Cumintzu de pàgina   Stampa Imprenta custa pàgina   Condividi Cundividi
Servitzios Bibliograficos Sardos
 
  S'òpera