Vai direttamente al contenuto

SBS

Sardinia Bibliographic Services

Sardinia Bibliographic Services
     
  
Forgotten your password?
Subscribe now!

Quelle storie così speciali

Press review | Il Giornale di Sardegna | Mon, 19 December 2005
Raccontare le vite di donne (e qualche uomo) speciali, non particolarmente eroici né straordinari: al contrario, esprimono la loro specialità nella vita quotidiana, che siano l´ultima tessitrice di bisso al mondo, una giovane imprenditrice del vino o una donna che ha infranto l´omertà di un paese intero. Il libro di Giacomo Mameli, Donne Sarde protagoniste nel lavoro e nelle professioni (Cuec, 308 pagg.,15 €), raccoglie gli articoli pubblicati sulla Nuova Sardegna fra la primavera del 2004 e l´autunno del 2005 ed è stato presentato alle Cantine Argiolas di Serdiana in quella che diventerà una Biblioenoteca, voluta dalla famiglia dopo quella già presente a Paulilatino e seguita da Valentina Argiolas. Le storie di persone e paesi- dai produttori del panettone di Pula che è sbarcato in America alle ragazze di Guspini che girano con il loro negozio ambulante di panini per le feste e le fiere- sono state l´occasione di un dibattito in cui l´autore ha lasciato la scena alle relatrici presenti: Giovanna Cerina, Claudia Lombardo, Lilli Pruna e Alessandra Salemi hanno parlato non soltanto di donne, ma soprattutto della loro macroscopica assenza in politica. Ancora una volta, insomma, il paese reale delle persone che creano imprese, occupazione, novità o viceversa conservano saperi millenari ignorati dai più, è assai distante dai palazzi del potere, dove gli uomini, che senz´altro posseggono migliori capacità di fare lobby, non hanno alcuna intenzione di cedere i loro posti a chi, eventualmente, è più capace di loro. L´unica strada sembra quindi quella di una forzatura del sistema, ad esempio con le quote rosa, come sostiene la sociologa Pruna, e non le si può proprio dar torto. Mameli nel suo libro racconta in modo preciso, giornalistico ma non didascalico, cosa possibile solo con il filtro dell´esperienza e con una impostazione da globetrotter della Sardegna, come dice la Cerina. Racconta con sensibilità e consapevolezza del senso della bellezza, dell´armonia e del dovere sempre presente nelle donne. Il libro è insomma una lente di ingrandimento su una Sardegna bella e anche consolante in questi tempi difficili. E´ però impossibile dimenticare, soprattutto per il lettore donna, quale è l´attuale contesto generale in cui ci muoviamo, assai più povero, talvolta disperante: se è vero che su 100 laureati sardi ben 53 sono donne, sarebbe interessante sapere quante di queste lavorano stabilmente. Quante di loro hanno fatto un bambino in un contesto sociale che in teoria offre loro un bonus bebè e nei fatti le caccia dal contesto produttivo? La novità rispetto al passato sta forse in una nuova rabbia per queste esclusioni-la resistenza no, quella c´è sempre stata.

(Francesca Madrigali)


 
The book  
Giacomo Mameli

Donne sarde

protagoniste nel lavoro e nelle professioni


Cagliari, Cuec Editrice
2005, pp. 320, Non-fiction
Euro 15,00
Top of page   Stampa Print this page   Condividi Share
Sardinia Bibliographic Services